Linux

Linus torvald deluso dalle prestazioni di Minix, realizzato da Andrew Tanenbaum, su un i386 decise di creare un nuovo sistema operativo. Nel 1991 nasce la prima versione del kernel Linux.

Il kernel Linux si presenta come free software, dalla definizione della FSF “gli utenti hanno libertà di eseguire, copiare, distribuire, modificare e migliorare“. La licenza associata al software è la GPL ovvero GNU (General Public License).

Oggi esistono diverse distribuzioni, tutte utilizzano il kernel Linux, alcune professionali, altre  amatoriali specializzate per alcuni scopi ben precisi.

Qui troverai un elenco delle più popolari distro https://www.linux.org/pages/download/

Ogni sistema operativo per comunicare con l’utente utilizza un’interfaccia grafica o una testuale, per conoscere a fondo Linux utilizzeremo l’ambiente testuale e la sua interfaccia CLI (Command Line Interface). La Shell interpreta i comandi dell’utente.

Iniziamo a vedere come viene proposta una finestra CLI

Questo comando ci restituisce la shell utilizzata e il suo percorso. Le informazioni in un filesystem (Filesystem Hierarchy Standard FHS) sono rappresentate tramite uno schema gerarchico ad albero inverso, con la radice verso l’alto e le foglie verso il basso. Le directory possono essere vuote o contenere ulteriori directory e file. Il punto iniziale è la radice root “/”.

Le principali directory nella root di un FHS Linux sono:

  • /bin e /bin64, contiene alcune eseguibili;
  • /boot,  file del boot loader;
  • /dev, file di device;
  • /etc, file di configurazione;
  • /home, file personale dell’utente;
  • /lib e /lib64, librerie per gli eseguibili di /bin e /bin64;
  • /local, contenitore di software compilati localmente;
  • /lost+found, contiene dati recuperati attraverso il File System Consistency Check (fsck);
  • /media, qui trovi i punti di montaggio dei dispositivi removibili;
  • /mnt, contenente i punti di montaggio da utilizzare in modo temporaneo;
  • /opt, posizione di installazione per applicazioni;
  • /proc, contiene una serie di informazioni sui processi;
  • /root, contiene i file personali dell’utente root;
  • /run, generato automaticamente per veicolare una serie di informazioni sugli utenti e demoni;
  • /sbin, file binari essenziali al sistema;
  • /srv, contiene i dati dei servizi che la macchina presenta verso l’esterno;
  • /sys, dati sul kernel,drive e device;
  • /tmp, contenitore temporaneo;
  • /usr, eseguibili dei comandi adoperati in modalità utente;
  • /var, log e file modificati di continuo;

 

Please follow and like us:

Lascia un commento